Linda Lercari

Salve a tutti, mi presento.

Mi chiamo Linda Lercari, sono nata a Santa Margherita Ligure e ho origini sia toscane che liguri. La mia famiglia ha sempre viaggiato molto a causa del lavoro di mio padre maresciallo della Marina Militare e sin da bimba i miei migliori amici sono stati i libri. Ho letto tanto, leggo e sono certa che leggerò sino alla fine dei miei giorni. Tant’è che l’amore per le storie e per il passato mi ha regalato anche un marito altrettanto appassionato. Ora il vero problema fra noi è lo spazio fisico che sta venendo a mancare in casa per l’accumulo costante di volumi. Col tempo ho maturato la voglia di tuffarmi completamente in quel mondo di carta che mi ha sempre accompagnato e pian piano ho cominciato a scrivere. Sin da ragazzina – devo ammettere di essere un po’ ambiziosa – mi sono confrontata con lettori esterni che non fossero la mia famiglia. Desideravo crescere professionalmente. Ho partecipato con ottimi risultati a tanti concorsi letterari maturando e cambiando man mano stile e ispirazioni. Nel 2014 quattro miei racconti sono stati pubblicati nella collana “Scrivere” della Fabbri distribuita nelle edicole sul territorio nazionale. Nel 2015 una mia poesia è stata pubblicata nell’enciclopedia di poeti contemporanei della Fondazione Mario Luzi, ma solo nel 2016 ho cominciato a lavorare a livello professionale firmando un contratto con la HarperCollins e il primo – di una lunga serie – con la DelosDigital. E’ una strada in divenendo irta di ostacoli, di piccole soddisfazioni e di grandi delusioni, ma ho intenzione di percorrerla facendo sempre del mio meglio per raccontare i mille mondi che albergano dentro di me. Al momento collaboro con sette case editrici e alcuni dei miei lavori sono bestseller su Amazon. Mi piacerebbe, un giorno, poter vivere solo di scrittura, ma è un sogno molto difficile da realizzare. Son un’autrice che spazia volentieri da un genere all’altro. Al mio attivo ci sono romanzi e racconti erotici, un romanzo storico e un noir oltre ad alcune raccolte poetiche. Il mio penultimo lavoro è un romanzo distopico post apocalittico, ma a breve verrà pubblicato anche un racconto storico per un’antologia. Cerco di non fermarmi mai perché sento il tempo scivolarmi tra le dita e siccome so che gli scrittori devono scrivere solo di ciò che conoscono ho recitato in tre compagnie teatrali per poter assimilare più nozioni ed esperienze possibili. La cosa più difficile è stato recitare Shakespeare in lingua originale, ma accetto sempre le sfide. Sono molto attiva nelle zone di Lucca e Versilia e l’anno scorso, con somma gioia, ho presentato il mio romanzo storico negli eventi ufficiali di Lucca Comics and Games. In questo turbine che è la mia vita la stabilità è data da mio marito, poeta e saggista, e nove gatti che da me vogliono solo affetto e qualche cura. Pratico presso la storica Scuola Kendo Lucca dove sto apprendendo la Via della Spada giapponese. Confesso che sento molto la mancanza di tempo, ma spero sempre di dare il massimo in quello che faccio. E quello che faccio è sempre accompagnato da un sorriso.

Vostra,

Linda

 

Un po’ di me:

MARE O MONTI: mare, ma con gli scogli, sono di origini liguri

GENERE LETTERARIO: tutti tranne i gialli

COLORE PREFERITO: rosso

IL LIBRO PIU’ BELLO: Un americano alla corte di Re Artù di Mark Twain

LA QUALITA’ CHE PREFERISCIIN UNA PERSONA: la discrezione

IL TUO DIFETTO PIU’ GRANDE: l’entusiasmo

UNA CANZONE DEL TUO PASSATO: Life on Mars di David Bowie

SPORT PRATICATO: Kendo, l’arte marziale della Via della Spada Giapponese

CLASSICI O CONTEMPORANEI? Classici

UNO SCRITTORE (SCRITTRICE, PER I MASCHIETTI) CON CUI USCIRESTI A CENA: Jack London

IL PIATTO DI CUI NON POTRESTI MAI FARE A MENO: risotto coi funghi porcini

IL VIAGGIO DEI TUOI SOGNI: ovunque, adoro viaggiare

COSA NON SOPPORTI VENGA FATTO A UN LIBRO: che venga gettato nella spazzatura

IL LIBRO CHE PIU’ TI HA DELUSO: Emilia l’elefante di Arto Paasilinna

LUOGO PREFERITO DOVE LEGGERE: in treno

LIBRO DELLA TUA INFANZIA: La famosa invasione degli orsi in Sicilia di Buzzati

FESTIVAL LETTERARI, SI O NO? Sì, e molto volentieri

HOBBY PREFERITO: lo storytelling

LO STRAZIO ORTOGRAFICO CHE PROPRIO NON TOLLERI: l’apostrofo fra un e un nome maschile, per esempio: un’albero

E-BOOK O CARTACEO? Entrambi

CINEMA O NETFLIX? Cinema

IL TUO MOTTO (CITAZIONE) PIU’ AMATO: La gente si vendica dei favori che le fai, cit. Louis Ferdinand Celine

LIBRI PRESI IN PRESTITO O LIBRI COMPRATI? Comprati

IL LIBRO CHE TUTTI DOVREBBERO LEGGERE: La versione di Barney di Mordecai Richler

GENERE LETTERARIO ODIATO: come si può odiare un genere letterario?

SEGNO ZODIACALE: non credo nell’astrologia, ma essendo nata in Ottobre… Bilancia

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.